Rivista online by CamminoDiritto.it

Esame avvocato, prorogati i termini per la scelta delle materie

Firmato decreto ministeriale con cui si consente ai candidati di poter esprimere la preferenza per la prima e seconda prova orale. Termine: entro venerdì 30 aprile alle ore 12.00.

La legge come sola fonte di produzione del diritto: la grande illusione dello Stato moderno

L´articolo, dopo aver descritto i caratteri fondamentali dei sistemi giuridici che più si sono distinti nel corso della storia, si propone di evidenziare il riduzionismo operato dai moderni legislatori a partire dalla Rivoluzione francese. Il diritto, da quel momento in avanti, è visto soltanto come strumento di potere nelle mani del sovrano: egli, attraverso il prediletto strumento della legge, è considerato il solo in grado di avere autorità normativa e di imporla sulla società. Un simile sistema annulla la innata pluralità dell´ordinamento, composto, oltre che da leggi, anche da altre fonti ugualmente necessarie a manifestare la grandezza del diritto.

Il Ddl Zan si sblocca: la discussione è stata calendarizzata al Senato

Il Ddl Zan recante ”Modifiche agli artt. 604-bis e 604-ter del Codice penale, in materia di violenza o discriminazione per motivi di orientamento sessuale o identità di genere”, è stato calendarizzato dalla Commissione giustizia del Senato nel corso della seduta n. 229 del 28 aprile 2021.

Alle Sezioni Unite il rapporto tra l´omicidio aggravato commesso dallo stalker nei confronti della stessa persona offesa e il delitto di atti persecutori

Va rimessa alle Sezioni Unite la questione se, in caso di concorso tra i fatti-reato di atti persecutori e di omicidio aggravato ai sensi dell’art. 576, comma primo, n. 5.1, c.p., sussista un concorso di reati, ai sensi dell’art. 81 c.p., o un reato complesso, ai sensi dell’art. 84, comma 1, c.p., che assorba integralmente il disvalore della fattispecie di cui all’art. 612-bis c.p. ove realizzato al culmine delle condotte persecutorie precedentemente poste in essere dall’agente ai danni della medesima persona offesa. Cass. pen., Sez. V, 20 aprile 202 1, n.14916.

L’azione diretta del sub-vettore nei confronti dei soggetti che hanno ordinato il trasporto

Con l’art. 7 ter del d.lgs. 286/2005 è stata prevista per il sub-vettore la facoltà di esperire un’azione diretta nei confronti di tutti gli operatori della filiera del trasporto, siano essi vettori o committenti, che per espressa previsione normativa sono obbligati in solido seppur nei limiti delle sole prestazioni ricevute, fatta salva la possibilità per i committenti di ricorrere alla relativa azione di rivalsa.

Storico

In SPS/12

Homelessness: origini, misure di contrasto e rapporto con il carcere di un fenomeno ancora in crescita

Il presente contributo approfondisce il tema della marginalità sociale e della carenza alloggiativa, soffermandosi sulla situazione nazionale ma volgendo anche uno sguardo all´Europa. L´articolo si occupa del problema anche in relazione al carcere, soffermandosi sulle difficoltà di accesso alle misure alternative alla detenzione, da parte delle persone senza fissa dimora.

In IUS/10

Il commissariamento della sanità regionale: il caso Calabria

Nel corso degli ultimi mesi si è acceso un fervente dibattito pubblico sulla sanità calabrese, commissariata dal lontano 2010 e ancora affetta da patologiche disfunzioni. Partendo da una concisa descrizione dei modelli di affiancamento dello Stato alla sanità regionale, il contributo ripercorre le tappe del commissariamento della sanità calabrese. In particolare, si incentra l´attenzione sul recente ”decreto Calabria bis”, provvedimento imperniato sul rafforzamento dei poteri commissariali onde affrontare le perduranti criticità di tale sistema. Da ultimo, una disamina in termini economico-finanziari della gestione commissariale suggella i modesti risultati ottenuti con l´avocazione da parte dello Stato delle prerogative regionali nella programmazione del proprio servizio sanitario.

In IUS/00

Concorso magistratura: rinvio prove scritte

Il concorso in magistratura indetto con D.M. 29 ottobre 2019 è stato di nuovo rinviato. Il nuovo diario delle prove scritte sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 42 del 28 maggio 2021.

In IUS/17

Concorso di circostanze: per la Consulta è illegittima la preclusione al bilanciamento per i recidivi reiterati riconosciuti seminfermi di mente

La Corte Costituzionale è recentemente tornata a censurare il divieto di prevalenza previsto all´art. 69, comma IV, c.p. in caso di recidiva reiterata. Dal 2012 il Giudice delle Leggi ha dichiarato l´incostituzionalità della norma già in 4 occasioni, restringendo l´ambito di applicazione di tale automatismo. La continua attenzione della Corte in tal senso sembrerebbe celare un certo disappunto rispetto a una norma che è in tensione con il principio di offensività e che dovrebbe essere, probabilmente, oggetto di riforma da parte del legislatore.

In IUS/01

La responsabilità medica e i danni da pratiche sanitarie inadeguate alla luce della legge Gelli-Bianco

La legge Gelli-Bianco e in precedenza la legge Balduzzi, hanno avuto il pregio di restituire al sistema della responsabilità medica una maggiore chiarezza e stabilità che erano state da tempo messe in crisi da una disciplina alquanto scoordinata e oscura. Si è assistito ad una nuova riqualificazione della natura della responsabilità dell’esercente la professione sanitaria e della struttura nella quale opera, che ha comportato una serie di ricadute anche sul piano dell’onere della prova e dei termini di prescrizione. L’autrice, partendo proprio da tali considerazioni, si pone lo scopo di analizzare le novità introdotte in materia dai recenti interventi dottrinali e giurisprudenziali.

In IUS/17

Risponde di rapina il coniuge che si impossessa con violenza del cellulare dell´altro

La Suprema Corte , nel riaffermare l´ampiezza del concetto di ingiusto profitto ai sensi dell´art. 628 c.p., ha ritenuto che in esso rientri l´utilità, anche solo morale, nonché qualsiasi soddisfazione o godimento. Per tali motivi, ha statuito che anche l´impossessamento violento del cellulare di un coniuge da parte dell´altro configuri il delitto di rapina.

In IUS/04

La gestione dell´impresa e la governance dei tipi societari alla luce del Codice della crisi d´impresa e dell´insolvenza

Il presente contributo, mediante l´analisi delle modifiche al codice civile recate dal nuovo Codice della crisi d´impresa e dell´insolvenza, si propone di indagare le novità normative in materia di gestione dell´impresa e di funzioni degli organi sociali, evidenziandone le maggiori criticità sotto il profilo della governance dei tipi societari, non senza passare in disamina le letture proposte dalla dottrina e la soluzione adottata - da ultimo - dal legislatore.

In IUS/10

Ricorso in Cassazione per motivi inerenti alla giurisdizione e i limiti oggettivi del giudicato amministrativo

Muovendo dagli spunti offerti dalla sentenza delle Sezioni Unite del 27 ottobre 2020 n. 23592, il lavoro si concentra, in una prima parte, sull´evoluzione del ricorso in Cassazione avverso le sentenze del Consiglio di Stato per i soli motivi inerenti alla giurisdizione, in una seconda, invece, sui limiti oggettivi del giudicato amministrativo e sul rapporto tra essi e la riedizione del potere amministrativo al seguito della sentenza di annullamento del provvedimento amministrativo illegittimo.

In IUS/01

Garanzie personali atipiche: lettere di patronage

Le garanzie poste a tutela del credito rappresentano uno strumento imprescindibile per la sicurezza delle transazioni commerciali e sono di frequente utilizzo nella prassi negoziale. A volte però le garanzie tipiche non soddisfano pienamente le esigenze dell’autonomia negoziale, la quale si orienta verso strumenti di garanzia più elastici, come ad esempio le lettere di patronage. L’obiettivo della trattazione dunque è quello di delineare i caratteri delle lettere di patronage e di osservare i più recenti punti di approdo raggiunti dalla giurisprudenza di legittimità sulla natura dell’istituto e sui rimedi esperibili.

In IUS/17

La Cassazione sul rapporto tra il reato di abusivismo finanziario e la truffa

Con il presente contributo si vuole proporre una breve riflessione in merito al rapporto tra il reato di abusivismo finanziario e la truffa, di cui rispettivamente agli artt. 166 del D.lgs. n. 58/1998 e 640 c.p., analizzando il principio di diritto enunciato dalla recente giurisprudenza di legittimità sul punto.

In IUS/01

Il comportamento del conduttore che molesta i vicini integra un inadempimento per abuso della cosa locata

Le molestie arrecate ai vicini dal conduttore, legittima il locatore alla risoluzione del contratto. In particolare, l´osservanza della diligenza del buon padre di famiglia nell´adempimento delle obbligazioni si pone come canone imprescindibile per vagliare non solo le modalità di utilizzo del bene, ma anche il comportamento del locatario nel corso del rapporto. Commento a Cass. civ. Sez. III Ord., 20 ottobre 2020, n. 22860

In IUS/13

I crimini perpetuati nei confronti degli Uiguri: un´occasione mancata per la Corte Penale Internazionale

L´Office of the Prosecutor della Corte Penale Internazionale non ha ritenuto necessario procedere con le indagini volte ad accertare il compimento di crimini contro l'umanità da parte delle autorità cinesi nei confronti della minoranza musulmana degli Uiguri, sfiancati da continue violazioni dei propri diritti umani fondamentali, a causa dell'assenza dei requisiti formali richiesti per l'esercizio della competenza della Corte.

In IUS/17

Il nuovo abuso di ufficio: le prime pronunce della giurisprudenza

Il delitto di abuso d´ufficio di cui all´ art. 323 c.p. è una fattispecie molto complessa, la cui disciplina è stata modificata nel corso del tempo. Il presente contributo ne ripercorre l´evoluzione storica, che origina dalla fine dello Stato assoluto sino alla riforma attuale, attuata con il D.L. Semplificazioni 16 luglio 2020, recante ”Misure urgenti per la Semplificazione e l´innovazione digitale”, convertita con Legge 120/2020.

Campagna sconti su tutti i corsi online