Motore di Ricerca

DIRITTO PRIVATO
COMPRAVENDITA: la consegna delle chiavi non equivale al contratto definitivo
https://rivista.camminodiritto.it/articolo.asp?id=9182

Commento a Cass. civ. Sez. II, Ord., ud. 21/10/2022, dep. 17/11/2022, n. 33916, con la quale si afferma che il contratto preliminare ed il contratto definitivo di COMPRAVENDITA si differenziano per il diverso contenuto della volontà dei contraenti; q...

Autore(i): Francesco Maria Gesuito Pubblicazione: Lun, 9 Gen 2023

DIRITTO AMMINISTRATIVO
Il contratto di COMPRAVENDITA tra abitabilità e agibilità
https://rivista.camminodiritto.it/articolo.asp?id=8777

Il contributo chiarisce la differenza tra abitabilità ed agibilità, mettendo in luce l’evoluzione del quadro normativo di riferimento. L’indagine si incentrerà poi sulla mancanza del certificato di abitabilità nella COMPRAVENDITA e sulla relativa tu...

Autore(i): Fabio Toto Pubblicazione: Lun, 17 Ott 2022

DIRITTO PRIVATO
Le azioni esperibili dall´acquirente in caso di COMPRAVENDITA di opera d´arte non autentica: alcuni case law
https://rivista.camminodiritto.it/articolo.asp?id=8447

Il lavoro analizza l´evoluzione giurisprudenziale che ha portato all´attuale orientamento sulle più opportune azioni esperibili a tutela dell´acquirente di un´opera d´arte rivelatasi falsa....

Autore(i): Andrea Giocondi Pubblicazione: Gio, 12 Mag 2022

DIRITTO INTERNAZIONALE
La funzione degli incoterms e le novità introdotte con l’aggiornamento del 1 gennaio 2020
https://rivista.camminodiritto.it/articolo.asp?id=8102

Gli International Commercial Terms o Inconterms, istituiti dalla Camera di Commercio Internazionale nel 1936, sono sigle contenenti regole contrattuali il cui inserimento, nel contratto di COMPRAVENDITA, garantiscono le parti sulla natura e la discip...

Autore(i): Francesco Giordano Pubblicazione: Lun, 28 Feb 2022

DIRITTO PRIVATO
Le azioni edilizie nella COMPRAVENDITA: il riparto dell´onere della prova
https://rivista.camminodiritto.it/articolo.asp?id=5537

Le azioni edilizie riconoscono all´acquirente il diritto di agire in giudizio al fine di ottenere la modifica contrattuale o, in via alternativa, la risoluzione nell´ipotesi in cui il bene alienato presenti dei vizi. E´ in ogni caso fatta salva la ...

Autore(i): giacomo Maggio Pubblicazione: Ven, 17 Lug 2020