Motore di Ricerca

DIRITTO PENALE
Quando il mobbing sul lavoro INTEGRA lo stalking. Commento a Cassazione penale n.31273/2020
https://rivista.camminodiritto.it/articolo.asp?id=6059

Secondo la Corte di Cassazione, nel caso in cui ricorrano gli elementi costitutivi del reato ex art. 612 bis c.p., i comportamenti vessatori posti in essere dal datore di lavoro costituenti mobbing possono INTEGRAre il delitto di stalking....

Autore(i): Giuliano Libutti Pubblicazione: Sab, 21 Nov 2020

DIRITTO PENALE
Millantato credito e traffico di influenze illecite: la Cassazione esclude la continuità normativa
https://rivista.camminodiritto.it/articolo.asp?id=5758

Non sussiste continuità normativa tra il reato di millantato credito di cui all´art. 346, comma 2, c.p., abrogato dall´art. 1, comma 1, lett. s), legge 9 gennaio 2019, n. 3, e quello di traffico di influenze illecite di cui al novellato art. 346-bis ...

Autore(i): Rosaria Maria Cavallaro Pubblicazione: Gio, 17 Set 2020

DIRITTO COSTITUZIONALE
”Vox populi, vox dei”: la rivincita della democrazia diretta
https://rivista.camminodiritto.it/articolo.asp?id=5724

L´ondata referendaria degli ultimi anni ha riportato sulla scena gli istituti di democrazia diretta. Sebbene tali strumenti rivestano una funzione sussidiaria e INTEGRAtiva rispetto a quelli di democrazia rappresentativa, è emersa a livello generale...

Autore(i): Luana Leo Pubblicazione: Lun, 31 Ago 2020

DIRITTO PROCESSUALE CIVILE
Il responsabile civile è litisconsorte necessario nella procedura di risarcimento diretto
https://rivista.camminodiritto.it/articolo.asp?id=5691

La Suprema Corte di Cassazione con la pronuncia n. 14466/2020 sancisce l´onere di stampo processuale a carico del danneggiato, che conviene in giudizio il proprio assicuratore per ottenere il risarcimento diretto del danno da sinistro stradale causat...

Autore(i): Rosa Guarini Pubblicazione: Sab, 15 Ago 2020

DIRITTO AMMINISTRATIVO
Le Sezioni Unite delimitano l’ambito applicativo dell´abrogata ”protezione umanitaria”
https://rivista.camminodiritto.it/articolo.asp?id=5573

La ”protezione umanitaria” può essere riconosciuta allo straniero che abbia presentato la domanda prima del D.L. 113/2018, ma non è sufficiente l´INTEGRAzione sociale ai fini del rilascio del permesso di soggiorno per motivi umanitari (SS.UU. n. 2945...

Autore(i): Floriana Coccia Pubblicazione: Mer, 15 Lug 2020