• Rivista Scientifica ANVUR
  • . - Liv.
ISCRIVITI (leggi qui)
Pubbl. Ven, 30 Lug 2021

Concorso 304 funzionari Miur

Modifica pagina

Editoriale a cura di Ilaria Taccola



La domanda di partecipazione per il concorso 304 funzionari Miur deve essere presentata esclusivamente mediante via telematica entro le ore 18.00 del 27 agosto 2021.


È stato pubblicato un concorso pubblico per n. 304 unità di personale non dirigenziale, a tempo indeterminato, da inquadrare nell’Area funzionale III, posizione economica F1, nei profili professionali sottoindicati, dei ruoli del personale del Ministero dell’Istruzione, secondo la seguente ripartizione:

n. 255 unità da inquadrare nell’Area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario amministrativo – giuridico – contabile (codice concorso 01);

n. 7 unità da inquadrare nell’Area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario socio – organizzativo - gestionale (codice concorso 02);

n. 7 unità da inquadrare nell’Area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario per la comunicazione e per l’informazione (codice concorso 03);

n. 35 unità da inquadrare nell’Area funzionale III, posizione economica F1, profilo di funzionario informatico – statistico (codice concorso 04). 2.

Il numero dei posti di cui al comma 1 può essere incrementato, in ordine a ciascun profilo ed a ciascuna sede, nei limiti delle unità indicate al successivo comma 5, a valere sulle risorse finanziarie disponibili.

Il cinque per cento dei posti a concorso è riservato al personale di ruolo del Ministero dell’Istruzione in possesso dei requisiti elencati all’art. 3 del bando.

I complessivi 304 posti sono elevabili fino a 648 secondo la ripartizione elencata nel bando.

Per l’ammissione al presente concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

a) cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell’Unione europea, oppure cittadinanza di uno Stato diverso da quelli appartenenti all’Unione europea, qualora ricorrano le condizioni di cui all’articolo 38 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;

b) età non inferiore a diciotto anni;

c) godimento dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza; d) idoneità allo svolgimento delle mansioni relative al posto da ricoprire;

e) posizione regolare nei confronti del servizio di leva per i cittadini soggetti a tale obbligo;

f) Diploma di Laurea (DL) oppure Laurea (L) oppure Laurea Specialistica (LS) oppure Laurea Magistrale (LM), rilasciati da Università statali e non statali accreditate dal Ministero dell’Università e della Ricerca, nelle classi di seguito indicate, in ordine a ciascun profilo professionale:

codice 01- Funzionario amministrativo – giuridico – contabile

• Laurea triennale (L) in Scienze dei servizi giuridici (L-14), Scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione (L-16), Scienze dell’economia e della gestione aziendale (L-18), Scienze economiche (L-33), Scienze politiche e delle relazioni internazionali (L-36), Scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace (L-37), Sociologia (L-40);

ovvero • Laurea Magistrale (LM) in Giurisprudenza (LMG-01), Ingegneria gestionale (LM31), Scienze delle pubbliche amministrazioni (LM-63), Relazioni internazionali (LM-52), Scienze dell’economia (LM–56), Finanza (LM -16), Scienza della politica (LM-62), Scienze economiche per l’ambiente e la cultura (LM- 76), Scienze economiche-aziendali (LM-77), Scienze per la cooperazione allo sviluppo (LM-81), Sociologia e ricerca sociale (LM-88), Studi europei (LM-90) o corrispondenti laurea specialistica (LS) o Diploma di Laurea del vecchio ordinamento (DL) secondo l’equiparazione stabilita dal decreto interministeriale del 9 luglio 2009, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 7 ottobre 2009, n.233; ovvero titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente.

La domanda di partecipazione deve essere presentata esclusivamente mediante via telematica entro le ore 18.00 del 27 agosto 2021, attraverso il sistema pubblico di identità digitale (SPID), compilando l’apposito modulo elettronico disponibile sulla piattaforma digitale previa registrazione del candidato sulla medesima piattaforma.

Per la partecipazione al concorso, il candidato deve essere in possesso di un indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) a lui intestato.

La procedura concorsuale, in ordine a ciascun codice di concorso di cui all’articolo 1, comma 1, si articola nelle seguenti fasi:

a) Eventuale prova preselettiva;

b) Prova scritta;

c) Prova orale.

Nel caso in cui, per l’elevato numero di candidati, si renda necessario l’espletamento di una prova preselettiva, questa consisterà, per tutti i codici di concorso, nella somministrazione di un test, da risolvere in un tempo predeterminato, composto da quesiti a riposta multipla di tipo attitudinale per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico, di carattere critico-verbale e di cultura generale.

In ragione del numero di partecipanti, le prove preselettive potranno svolgersi presso sedi decentrate, per ambito regionale o interregionale e, ove necessario, in modo non contestuale, assicurando comunque la trasparenza e l’omogeneità delle prove somministrate, in modo da garantire il medesimo grado di selettività tra tutti i partecipanti.

All’esito della preselezione sono ammessi a sostenere la prova scritta, in relazione a ciascun profilo professionale, un numero di candidati pari a sei volte i posti. Sono comunque ammessi i candidati che abbiano conseguito un punteggio uguale al più basso risultato utile ai fini dell’ammissione alla prova scritta, nonché tutti i candidati esonerati dallo svolgimento della prova preselettiva.

La prova consiste nella somministrazione di una serie di quesiti a risposta multipla vertenti sulle seguenti materie:

• Codice 01- Funzionario amministrativo – giuridico – contabile

a) diritto costituzionale; b) diritto amministrativo; c) diritto civile, con particolare riferimento alle obbligazioni e ai contratti; d) diritto dell’Unione europea; e) elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione; f) disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei pubblici dipendenti; g) elementi di diritto processuale civile e del lavoro; h) contabilità pubblica; i) organizzazione e management delle pubbliche amministrazioni; l) elementi di organizzazione del Ministero dell’Istruzione e delle Istituzioni scolastiche.

Alla prova scritta sarà attribuibile un punteggio massimo complessivo di 30 punti. La stessa si intenderà superata con una votazione minima di 21/30 (ventuno/trentesimi).

La prova orale, distinta per codice di concorso, consiste in un colloquio interdisciplinare volto ad accertare la preparazione e la capacità professionale dei candidati sulle materie delle prove scritte. Nell’ambito della prova orale è, inoltre, previsto l’accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese.


Note e riferimenti bibliografici